gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

Affida a noi la realizzazione e promozione del tuo business, pensiamo a tutto noi ! scegli la nostra Agenzia social media marketing , come partner ideale ed affidabile per gestire la tua presenza su internet e rinnovare l’immagine della tua società.

Analizziamo il mercato di riferimento per farti conoscere e farti trovare sul web da chi cerca i tuoi servizi, gestiamo per te e pubblichiamo  post, eventi, offerte, foto e video (veniamo anche sul posto) per valorizzare il brand o pubblicizzare l’attività commerciale su tutti i social seguendo le mode del momento (vale anche per liberi professionisti con partita iva) generando nuovi contatti , raggiungendo nuovi consumatori e nuovi mercati.

Esperti in management ed interazione con i vostri fan , di instagram, facebook, linkedin,  twitter  , mantenendo un costante contatto, fidelizzandoli e coinvolgendoli, garantendo anche una reale crescita dei followers , e visualizzazioni sui vostri siti internet ,  per poi successivamente convertirli in nuovi potenziali clienti, sviluppando piani editoriali su misura, identificando e scegliendo canali più adeguati per lo sviluppo di una strategia di marketing online adatta alle vostre esigenze.

Clicca Qui Per Mandarci Un Email per un preventivo gratuito

Fidati di giovani professionisti , neo laureati in economia e gestione dei servizi , statistica e digital marketing, in grado di:

  • Leggere e interpretare i dati per capire il comportamento del pubblico e misurare i tassi di conversione
  • Avere un approccio quantitativo e strategico per poter valutare l’andamento del business, monitorarlo e migliorarlo nel tempo
  • Utilizzare gli strumenti di data analytics e social analytics
  • Capacità nel scegliere, monitorare ed interpretare le metriche e gli indicatori di performance propri del business digitale
  • Competenze volte ad apprendere l’uso delle dashboard che permettano di connettere, gestire ed analizzare grandi volumi di dati.
  • Conoscenza degli strumenti utili a realizzare data visualization ed infografiche
  • Pubblicità digitale e performance marketing
  • Web Analytics: misurare ed interpretare i risultati
  • La costruzione di un funnel di acquisizione digitale
  • Adobe Analytics
  • Introduzione alla Google Marketing Platform
  • Google Analytics: interpretare i dati a supporto delle decisioni

I nostri aggiornati consulenti di marketing e figure professionali nell’ambito del Digital Marketing, Data Analysis, Digital Strategist e Social Media Management ti aiuteranno a:

  • comprendere l’impatto della Digital Transformation sui processi di marketing
  • pianificare una Social Media Strategy
  • progettare e produrre contenuti efficaci per il proprio business
  • ottimizzare la presenza sul web attraverso le tecniche SEO e SEA
  • analizzare il mercato delle parole chiave e la concorrenza con Google Market Analysis
  • progettare attività di contatto diretto utilizzando il CRM e la Marketing Automation
  • definire un piano di Digital Planning
  • costruire una Mobile Strategy
  • utilizzare gli strumenti di Digital Analytics per misurare il traffico online

Obiettivo dei nostri collaboratori,  sviluppare di piani di marketing e di comunicazione efficaci, che prevedano strategie omni-canali sempre più mirate e adeguate ai nuovi modelli di business,   di sviluppare strategie di marketing sempre più competitive e innovative e in linea con i nuovi modelli di business che vedono al centro il concetto Digital Customer Experience.

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

Clicca Qui Per Mandarci Un Email per un preventivo gratuito

o clicca qui per chattare su whatsapp

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

lavora anche tu con noi ed il marketing management 

i diversi ruoli ricercati nella nostra azienda , cioè chi si occuperà di:

•         Lo sviluppo del piano di marketing
•         Il Pricing
•         Brand Management
•         Il Marketing BtoB e BtoC
•         La Digital Customer Experience
•         Il processo di comunicazione tra storytelling e social media
•         Branded Entertainment & Branded Content
•         La pianificazione media
•         Gli eventi tra comunicazione ed engagement

reclutiamo anche alternanza scuola lavoro e tirocini didattici curriculari

Clicca Qui Per Mandarci Un Email e candidarti

aziende che hanno già provato le nostre sponsorizzate sui social

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook
gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

La nostra attività aziendale si riferisce ad un’interfaccia che unisce un’organizzazione e i suoi clienti, cioè l’incontro tra chi vende e chi compra. L’obiettivo fondamentale è quello di fare in modo che i propri acquirenti scelgano di realizzare le proprie transizioni, piuttosto che quelle della concorrenza. Infatti, al centro del marketing si trova il cliente, il turista, lo spettatore. Il nostro marketing si occupa:

-dell’orientamento alla produzione (cioè focalizzarsi sul miglioramento dei processi produttivi riducendo al minimo i costi);

-dell’orientamento al prodotto (cioè offrire un prodotto di qualità);

-dell’orientamento alle vendite (intraprendendo una fluente attività di promozione);

-dell’orientamento al marketing (ossia trovare il prodotto più idoneo per il cliente);

-dell’orientamento al cliente (concentrandosi sul concetto di fedeltà per assicurarsi una relazione a lungo termine).

E’ bene operare seguendo un processo all’insegna delle “quattro P” del marketing: prodotto, punto di vendita, promozione, prezzo.

 Prodotto

è l’insieme dei benefici offerti. Esso deve assolutamente corrispondere alle aspettative del cliente. Le sue caratteristiche primarie si riferiscono ai vantaggi che dispone nei confronti dei prodotti concorrenti, mentre quelle ausiliarie sono le prestazioni esclusive del singolo prodotto. I prodotti acquistati per soddisfare bisogni individuali sono definiti prodotti di consumo, mentre quelli acquistati per essere rivenduti o per fabbricarne di nuovi sono detti prodotti industriali. Il prodotto nel turismo è l’offerta della vacanza e dei servizi all’interno di essa. Nel teatro, il prodotto è lo spettacolo e gli spettatori, come già accennato, rappresentano i clienti. Mentre chi si occupa del marketing gioca il ruolo di ‘’attore’’. Ovviamente il prodotto è inversamente proporzionale al cliente e alla sua richiesta.

 Punto di vendita

il prodotto deve essere disponibile e facilmente accessibile nei luoghi più comodi per il cliente. Nel caso del teatro, il punto di vendita può essere considerato il luogo in cui si sviluppa la performance.

 Promozione

riguarda la pubblicità, le pubbliche relazioni, la vendita diretta e indiretta e tutti gli strumenti di comunicazione che trasmettono il messaggio dell’impresa e che formano il cosiddetto “mix promozionale”. La pubblicità è la rappresentazione di un messaggio a pagamento inserito in un contesto comunicazionale. Può trattarsi, cioè, di un messaggio su un quotidiano, su una rivista, su un mezzo radiofonico o televisivo, di un volantino, della vendita telefonica, di riviste di agenzie di viaggio nel caso del turismo, di cartelloni pubblicitari. Sono molteplici le modalità in cui può manifestarsi il fenomeno pubblicitario. Ovviamente dipende dal modello da promuovere e il target a cui bisogna riferirsi. Il processo pubblicitario infatti prevede step come la scelta del budget (cioè la quota da attribuire alla pubblicità), l’identificazione del pubblico obbiettivo, la pianificazione dei mezzi, la definizione degli obbiettivi e infine la creazione della piattaforma pubblicitaria. La pubblicità, oltre a vendere il prodotto, agisce anche per migliorare la conoscenza dell’azienda. Quando ha questa funzione, viene chiamata Pubblicità Istituzionale, e ovviamente il prodotto è il tema principale dell’argomentazione. Le pubbliche relazioni (PR) sono incaricate principalmente di creare un’immagine positiva dell’azienda presso coloro che non hanno a che fare con l’organizzazione (mentre gli addetti al marketing si concentrano sui clienti e consumatori). Essi devono anche rispondere a una eventuale comunicazione negativa dell’immagine e devono migliorare l’efficacia della pubblicità e dei venditori. Dunque, le pubbliche relazioni servono solo a fortificare i punti forti dell’azienda e a renderli noti, ma non possono dare all’organizzazione ciò che essa non possiede.

 Prezzo

esprime il valore del prodotto e deve soddisfare i bisogni del cliente. Generalmente i clienti non comprano il prodotto più economico, ma bensì quello che dispone di un buon rapporto qualità/prezzo. I principali metodi di determinazione dei prezzi utilizzati dalle imprese sono basati infatti sui costi, sui clienti e sulla conoscenza dei prezzi della concorrenza. All’interno del discorso marketing, di vitale importanza è la comunicazione, che svolge un processo di transazione tra due o più parti: uno scambio di idee che può avvenire attraverso gli scritti come lettere, riviste, libri, attraverso la comunicazione verbale o attraverso le immagini, cioè attraverso la natura simbolica. L’emittente, infatti, riduce i concetti a un insieme di simboli che trasmette al ricevente e che dovrà decifrare.

Efficaci comunicazioni di marketing si possono sviluppare seguendo un processo di sei fasi:

1. identificare il target;

2. stabilire la risposta che si vuole ottenere;

3. scegliere il testo o l’immagine appropriata;

4. scegliere il canale di trasmissione;

5. definire le caratteristiche del prodotto o dell’impresa che deve essere comunicata;

6. raccogliere feedback per scoprire l’avvenuta ricezione del messaggio.

Essenzialmente la comunicazione deve catturare l’attenzione del cliente rendendo il suo messaggio il più interessante possibile. Se riesce nell’intento, il cliente nutrirà un “desiderio” per il prodotto che lo indurrà ad acquistarlo. Nello specifico, il progetto ruota attorno al concetto di marketing culturale, che si occupa di riconoscere in un solo elemento l’intero patrimonio di un territorio: “vendere” culture e tradizioni ma anche l’immagine degli attori della festa, l’irripetibilità e la singolarità della loro cultura. Una risorsa culturale si può quindi trasformare in un prodotto turistico. E’ una presa di coscienza per la tutela e la valorizzazione di beni culturali e offre al tempo stesso opportunità economiche, generando occupazione. Nel turismo culturale i beni culturali sono fruibili da una varietà di utenti e negli ultimi anni si è mostrato particolare interesse per i piccoli centri. Secondo le strategie e le modalità attraverso le quali la tradizione viene commercializzata e i suoi obiettivi, la partecipazione all’esperienza turistica di tipo culturale può essere attiva e passiva. I promotori locali sono affiancati da compagnie che si occupano delle rievocazioni. In questo modo gli organizzatori contribuiscono all’elaborazione e alla crescita del patrimonio culturale .

Target e targeting

Alla base del processo di marketing, il target è il gruppo a cui l’impresa turistica indirizza la sua campagna promozionale. Esso determina il modo in cui deve essere svolta, il luogo e il momento più opportuno in cui farla. Il target è rappresentato dai potenziali acquirenti, dagli utilizzatori e dai consumatori. Nel caso del turismo quindi dalla tipologia del turista. L’individuazione del target è una scelta strategica, che comporta tre decisioni successive: creare un’immagine, individuarne i vantaggi, differenziarsi dalla concorrenza. Un’azienda, per vendere il proprio prodotto, si rivolge al suo target tramite un processo di selezione degli obiettivi che viene chiamato targeting e si basa su tre strategie di base.

Marketing concentrato (o marketing di nicchia):

chi sceglie questo tipo di marketing ambisce a diventare il migliore in un campo molto ristretto. E’ una strategia rischiosa, perché l’azienda concentra tutte le sue risorse ed energie su un unico segmento, ed è quindi più facile registrare una sensibile riduzione nelle dimensione o nelle vendite. Proporzionalmente le soddisfazioni sono elevate nel caso di azioni positive.

Marketing differenziato (più segmenti):

per ciascuno dei due segmenti si opera con un marketing mix differenziato. Per esempio la catena di alberghi Holiday Inn, durante il weekend punta sul target di chi viaggia per divertimento, ospitando anche eventi destinati ai bambini o promuovendo offerte per le famiglie, mentre durante la settimana tende ad attirare chi viaggia per lavoro.

Marketing indifferenziato:

si realizza tramite un approccio “di massa”. I prodotti sono utilizzabili da tutti i gruppi d’età e stili di vita. E’ la strategia meno comune in un mondo di continuo sviluppo e differenziazione .

I canali di distribuzione: i social media marketing

I canali attraverso cui viene passata la comunicazione possono essere personali e non personali. I primi prevedono una comunicazione diretta. Si possono distinguere i canali di parte, formati da personale di vendita, il canale degli esperti, cioè di chi detiene specifiche competenze e comunica in modo indipendente dal mercato, ed i canali sociali che si riferiscono ai vicini, agli amici, ai colleghi, ai familiari. I canali non personali invece, sono costituiti dal complesso dei mass media e da tutte quelle forme di comunicazione che operano indirettamente. Oggi, la funzione svolta dai social media è di vitale importanza nel campo della comunicazione. Essi sviluppano piani strategici per raggiungere gli obbiettivi di marketing del social mix (ossia la combinazione dei mezzi di comunicazione) attraverso un processo simile al precedente ma che nello specifico riguarda:

 l’analisi della competizione e individuazione delle principali opportunità; 

la definizione degli obbiettivi di social media marketing;

 la raccolta di informazioni dei consumatori social e scelta del target;

 la scelta dei canali social;

 la creazione di una strategia;

 la definizione di un piano di azione;

 l’attivazione della campagna di social media marketing (Maeran, 2004). Uno dei primi step del piano di social media marketing è sostanzialmente identico al piano strategico tradizionale: l’analisi e la valutazione dell’ambiente (la concorrenza, le caratteristiche dei prodotti, la domanda e il comportamento dei consumatori).

Successivamente si passa all’analisi della situazione (possibili minacce e opportunità aziendali) che spesso comprende una analisi SWOT (strenghts = punti di forza, weaknesses = punti di debolezza, opportunities = opportunità, threats = minacce) che analizza risorse e punti critici dell’ambiente interno ed esterno all’azienda.

Dopo essersi posti gli obbiettivi di azienda, l’individuazione del social target si effettua in base ai tempi e ai modi in cui i clienti interagiscono online nelle piattaforme digitali. Per individuare un profilo di consumatori, per esempio, il planner potrebbe prendere di riferimento una giornata tipo per l’utente dei social media. Come dicevamo prima, la scelta dei canali social riguarda la social media mix, quindi quale comunità social e strumento di comunicazione online si utilizza per rendere fruibile il prodotto. Sicuramente i social media funzionano in maniera differente rispetto alla tradizionale pubblicità, in quanto l’arco di tempo per cui si vedano arrivare risultati è di gran lunga maggiore. Possono passare mesi prima che una campagna sui social media riesca a far conoscere il suo brand (marca). Resta comunque il fatto che la loro efficienza li porta ad essere una parte integrante del modello di marketing. Il social media marketing infatti può operare in modo sinergico con gli altri elementi della tradizionale strategia promozionale di un’azienda amplificandone l’impatto. I mezzi di massa possono essere rivolti ad un pubblico ampio oppure ad un gruppo ristretto e ben specifico. I contenuti delle immagini possono avere la funzione di stimolo (quando l’offerta stimola l’interesse con immagini ad effetto o frasi ricercate); possono essere descrittivi (quando all’immagine sono affiancati testi elaborati, notizie tecniche e altre informazioni) e possono essere informativi (quando il materiale è costituito prevalentemente di dati ed elementi concreti: la distanza, il clima, le strutture).

Da questo punto di vista, è possibile parlare di comunicazione per il turismo in termini di:

 creazione dell’illusione (strategie di stimolazione dei sensi attraverso l’utilizzo iconico del linguaggio, processi semantici suggestivi e connotativi, ecc.);

 mediazione e manipolazione dell’immagine pubblica (selezione, adattamento e utilizzo, anche allusivo, di eventi geo-politici e culturali, utilizzo di cliché e stereotipi, ecc.);

 effetti sorpresa (giochi linguistici e testuali, utilizzo della retorica, strategie di rottura, utilizzo di fotografie, ecc.);

 coinvolgimento soggettivo (concettualizzazione di immediatezza e intimità, allocuzioni strategiche per catturare l’attenzione e il desiderio del turista).

La comunicazione gioca un ruolo fondamentale per il turismo che, nella scelta della destinazione apre le porte a due tipi di dimensione, quella reale e quella percettiva. La dimensione reale del prodotto turistico è l’insieme dei fattori realmente riscontrabili come parte integrante del prodotto: i fattori ambientali, storici e culturali, le infrastrutture, i servizi, ecc. La dimensione percettiva invece è l’incontro tra l’immagine reale del territorio e la percezione del singolo turista o di una collettività. Quest’ultima preme l’obbiettivo di chi fa promozione turistica, poiché il suo impatto favorisce la scelta di tale destinazione. Il rapporto tra turismo e comunicazione è forte e inscindibile .


gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

Abbiamo ad esempio pensato ai clienti delle agenzie viaggi “costretti” ad acquistare viaggi sulla fiducia, come fosse una scommessa.

E’ anche una questione di trasparenza dell’agente di viaggio e del tour operator o dell’hotel stesso, mostrare l’esperienza che vende.

Come fare dunque?

Ci sono tanti modi.

Il nostro metodo giovane , al passo con le mode , facile da capire e diretto , è particolarmente indicato perché , è proprio in questi contesti che si sviluppano ancor di più emozioni uniche e dinamiche , molto più che “fotogeniche”.

E allora, trasporteremo sul web le emozioni dei momenti del viaggio , le interazioni fra le persone, la scoperta, le gioie di una escursione, un tramonto, il divertimento e la soddisfazione.

Dal punto di vista del digital marketing turistico tutto questo è una vera bomba.

Se quello stesso viaggio viene raccontato bene, può stimolare interesse, attenzione, e magari anche emulazione.

In pratica si fa sorgere persino la voglia di viaggiare in qualcuno che, prima, nemmeno ci pensava.

Così noi raccontiamo il viaggio attraverso l’uso professionale di foto, video, suoni, comunicazione, scrittura, tecniche Seo, utilizzo dei social e di tutti gli altri strumenti di internet marketing.

Perchè il nostro scopo è aiutarti vendere viaggi, pacchetti turistici, pacchetti vacanze ed esperienze turistiche in genere.

IL RACCONTO PER FARE DIGITAL MARKETING TURISTICO

Si tratta di un racconto del viaggio in presa diretta , che non è semplice cronaca o documentazione di quello che accade, ma tutto ha un taglio emozionale.

Ogni momento è una storia che racconta emozioni indimenticabili.

La nostra bravura è quella di declinare il racconto adeguandolo alle diverse forme richieste dalle piattaforme digitali.

Il nostro operatore (non solo un fotografo, un video-maker, un consulente di web marketing) raccoglierà tutto il materiale durante il viaggio e l’arrivo in struttura e le bellezze naturali ed archeologiche che la circondano.

Poi, ritornato, avrà un cospicuo archivio di foto (sufficienti per la pubblicazione sui social per un mese), video confezionati per le esigenze delle diverse piattaforme, spunti per poter ispirare e raccontare quel villaggio in centinaia di post.

Verrà creato un apposito piano editoriale di marketing e comunicazione per un periodo prefissato e programmati i contenuti, così da creare il tuo racconto attraverso le settimane.

Parliamo di un lavoro lungo, difficile, composito e diluito nel tempo che porterà moltissimi risultati in termini di seguaci e follower, centinaia di interazioni, richieste di preventivi e di sicuro nuovi clienti.

I contenuti coinvolgenti ed emozionanti per scalare i motori di ricerca, aumentare l’audience e le conversioni:

Oggi più che mai è vitale adeguarsi ai tempi e ai mezzi.  C’è bisogno di una cosa più di tutte: conoscere a fondo le ultime frontiere del Web marketing turistico.

Sia che tu sia una agenzia di viaggi, un agente di viaggio, un tour operator, sia che tu affitti appartamenti e case vacanze, viaggi last minute, villaggi vacanze, pacchetti vacanze o tour di gruppi avrai sempre più bisogno di sapere come pubblicizzare offerte viaggi. 

Infatti molti dei tuoi concorrenti stanno puntando e investendo su strategie di Web marketing turistico che comprendono la Seo ed il blog di viaggi.

E dopo lo scoppio del Coronavirus e l’inizio di una nuova era del turismo è una questione di vita o di morte e non c’è molto tempo.

Sai benissimo che il settore turistico è stato stravolto dal web e per una piccola srl, rimanere fermi, significa essere spazzati via.

E’ una cosa che puoi fare da solo, investendo molte ore per aggiornarti e capire come mettere tutto in pratica? Oppure puoi affidarti a noi consulenti web marketing turistico specializzati, che ti curi tutta o una parte del versante digitale della tua impresa.

Se la cosa ti interessa, allora, non devi fare altro che scriverci un email o su whatsapp, nel quale ti spiegherò come lavoriamo, posteremo in maniera accattivante, offrendo un servizio di qualità volto a vendere viaggi e vacanze.

Per cominciare ora ti spiegherò l’importanza del seo marketing nel mondo del travel e perchè questa è l’ultima frontiera in un settore che anche nel 2021 segnerà un nuovo record di prenotazioni.

Ci sarà molta gente che si domanderà dove andare in vacanza , che cercherà vacanze sicure, offerte viaggi in italia o magari pacchetti con soggiorni brevi in Italia.

Riuscire a soddisfare i loro nuovi bisogni di serenità, tranquillità, svago, contatto con la natura per smaltire lo stress da lockdown saranno sicuramente premiati dal mercato.

.

Per esempio, nuove forme di viaggio, nuove formule, destinate a nuovi target che avranno come priorità assoluta la sicurezza e la salute.


Per contatti e una prima consulenza gratuita clicca qui.

Chi saprà raccontare i propri viaggi emozionando sarà anche quello che riuscirà a vendere di più.

Attenzione ai BOT , sebbene siano un’invenzione che fa risparmiare molto tempo e permette di massimizzare i risultati, ve lo sconsiglio di utilizzare qualsivoglia bot Instagram.

La ragione è che il social di Zuckerberg è diventato davvero molto spietato e punisce severamente coloro che scopre a violare i termini dell’accordo.
Non sto qui a spiegarvi i tecnicismi ma diciamo che appena sul web si diffonde un nuovo bot Instagram gratis che promette miracoli, gli ingegneri di Facebook lo disinnescano in breve.
Si rischia il ban del profilo e l’impossibilità di operarvi per periodi che vanno da 48 ore a settimane.

LE LOCANDINE: NON SONO VERO MARKETING INSTAGRAM PER TOUR OPERATOR

Pubblicare di continuo solo locandine di questa o quella offerta di viaggio, oltre ad essere inefficace, dopo un pò “brucia” ogni possibilità di creare una vera awareness verso il tuo brand.

Quel profilo aziendale sarà presto associato solo alle locandine “offerta speciale per…” e niente più. Gestire pagine Instagram così è francamente inaccettabile al giorno d’oggi.

Su 100 locandine pubblicate qualche viaggio venduto prima o poi arriva.
Se questa per te è la migliore strategia: buona fortuna.

Per contatti e una prima consulenza gratuita clicca qui.

L’altra punizione è lo shadowban che limita la visibilità dei tuoi post.

Insomma, si rischia che per risparmiare tempo e fatica bisogna lavorare il triplo e sprecare un sacco di tempo.

Promuovere su Instagram la propria agenzia viaggi o il proprio tour operator è un lavoro complesso e delicato.

Per contatti e una prima consulenza gratuita clicca qui.

gestione profili social network per aziende con sponsorizzate nelle storie di instagram e realizzazione campagne marketing su google e facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *